chicago86

Americhe

Rio de Janeiro: dopo 8 giorni stop a sciopero spazzini

garisConcesso un aumento del 37% del salario.

Gli spazzini di Rio de Janeiro hanno deciso nel fine settimana di interrompere lo sciopero indetto dal primo giorno del mese per rivendicare l'aumento dei loro salari. E la città che ospiterà la finale dei prossimi Mondiali di calcio (12 giugno-13 luglio), oltre alle Olimpiadi del 2016, è tornata a respirare: in soli due giorni,una task-force composta da tremila uomini ha raccolto oltre 18mila tonnellate di immondizia, ha reso noto il Comune locale. Ma la protesta si è interrotta perché il sindaco della megalopoli Eduardo Paes ha dovuto cedere e concedere un aumento del 37% nelle buste paga.

Usa, ondata di scioperi dei fast food guerra dei salari da New York a Detroit

strikeNEW YORK — "We can't survive", non possiamo sopravvivere con 7 dollari 25. Jamal tiene in mano il suo cartello rosso, lo mostra orgoglioso alle telecamere, ai fotografi. Usa la frase che ha scritto come un intercalare: "Così non posso sopravvivere". Cappello di lana verde sulla testa, felpa blu, è uno delle centinaia di manifestanti che si sono dati appuntamento qui a Fulton Street per chiedere l'aumento del salario minimo. Lo sciopero va in scena in oltre centro città: da Washington a Chicago, da Boston a Philadelphia migliaia di manifestanti ripetono gli stessi slogan. A New York i cortei iniziano all'alba, a Midtown, dove viene occupato per qualche minuto il McDonald's di Times Square e vanno avanti sino alla sera. Questo di Brooklyn è uno dei più numerosi, le vetrine sotto pacifico assedio sono quelle di Wendy's, un'altra delle catene incriminate.

Black Friday: come i lavoratori sfidano Walmart

black 2013Strade bloccate dai picchetti, decine di arresti, centinaia di magazzini assediati dai manifestanti, così è iniziato negli Usa il Black Friday 2013.

Il giorno dello shopping consumistico per eccellenza, si è trasformato in una protesta generalizzata su tutto il territorio nazionale contro il colosso Walmart. Da Los Angeles in California, a Wasilla in Alaska, passando per Secaucus, Dallas, Chicago, Seattle, San Leandro e Sacramento, lo sciopero, organizzato da mesi, ha colpito duramente la più grande catena della distribuzione del mondo.

Repressione contro i lavoratori di Walmart in lotta

Arresti alla Walmart di Los AngelesCircondati da un massiccio dispiegamento di poliziotti in assetto da guerra, giovedì 7 novembre 54 lavoratori della Walmart sono stati arrestati nel centro di Los Angeles, mentre, seduti in strada, cercavano di bloccare il traffico per protestare contro quello che chiamano il rivenditore dei "salari da fame".

Lo sciopero e il blocco della circolazione sono le ultime di una serie di azioni (picchetti, cortei, volantinaggi, proteste dentro e fuori dai negozi), svoltasi in tutto il paese e coordinata da OUR Walmart, a danno di diversi punti vendita del colosso statunitense.

Dopo il Messico la protesta degli insegnanti "infiamma" anche il Brasile

rioDopo le proteste che negli ultimi mesi hanno infiammato Città del Messico anche a Rio de Janeiro gli insegnanti scendono per l'ennesima volta in piazza.
Già il 1 ottobre i docenti delle scuole comunali della capitale si erano riuniti in un sit-in davanti al Municipio, dove si stava votando la proposta del sindaco Eduardo Paes sulle nuove retribuzioni e l'aumento dell'orario di servizio.

Anche in quell'occasione le forze dell'ordine hanno risposto duramente caricando l'assembramento e arrestando 17 persone.

Pagina 1 di 9

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
You are here: Lotte in corso Americhe

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback