chicago86

Americhe

#StrikeFastFood: sciopero nazionale il 4 dicembre

Saranno almeno 150 le città interessate dallo sciopero dei Fast Food il prossimo 4 dicembre. I lavoratori rivendicano un salario minimo di 15 dollari l'ora e il diritto ad organizzarsi sindacalmente. La data della manifestazione è stata votata all'unanimità durante una "conference call" il 25 novembre scorso, a pochi giorni di distanza dal secondo anniversario della prima azione di lotta.

Il 29 novembre 2012 duecento lavoratori di diversi ristoranti di New York parteciparono allo sciopero della categoria. Da allora il movimento ha continuato a crescere, trovando l'appoggio del sindacato dei servizi SEIU e coinvolgendo migliaia di lavoratori negli Stati Uniti. Ma non solo: la protesta del 15 maggio 2014 ha visto manifestazioni di solidarietà e azioni di lotta in 30 nazioni (#FastFoodGlobal), tra cui l'Italia dove sono stati organizzati sit-in davanti ad alcuni ristoranti. Anche la Filcams Cgil ha tentato di agganciarsi alla vertenza globale.

Walmart Black Friday

Centinaia di lavoratori hanno partecipato in questi giorni ai sit-in di protesta per il boicottaggio del Black Friday, per il terzo anno consecutivo i dipendenti di Walmart sono scesi in sciopero nella celebre giornata di festa dello shopping americano. Grandi manifestazioni hanno avuto luogo a Chicago, Washington DC, Ferguson, ma anche in diverse città degli stati di California, Texas, New Jersey e Washington.

Molte le azioni di protesta che hanno coinvolto i punti vendita della catena. "Non ci fermeremo fino a quando i lavoratori Walmart non avranno diritto ad un sindacato, un salario di sussistenza, e condizioni di lavoro dignitose", urla da un megafono un aderente di OUR Walmart a Washington, mentre in un sobborgo di Saint Louis alcuni manifestanti entrano in un negozio cantando "Mani in alto, non sparare!".

#BlackoutBlackFriday: Ferguson + Walmart

Più di 400 persone sono state arrestate a Ferguson (Missouri) e in tutti gli Stati Uniti in seguito alle proteste per la mancata condanna del poliziotto responsabile dell'uccisione di Michael Brown. Manifestazioni e scontri sono avvenuti in tutte le grandi città degli Stati Uniti, da Boston a Dallas, da New York ad Atlanta. Su Twitter l'hashtag #Ferguson è diventato un trending topic in America e altrove.

L'ondata di protesta si allarga e si intreccia con altre lotte in corso. I dipendenti di Walmart, che lottano per un salario minimo di 15 dollari l'ora (#FightFor15) e il diritto di formare un sindacato, per il terzo anno consecutivo hanno proclamato lo sciopero nella giornata del Black Friday, e minacciano di bloccare 1.600 punti vendita in tutto il paese.

Le proteste sono per la scomparsa dei 43 studenti. In tutto il paese si respira rabbia

Nel pomeriggio di questo lunedì centinaia di studenti e maestri hanno fatto irruzione nel Palazzo del Governo e hanno incendiato l'edificio chiamato Tierra Caliente, per protesta poiché le autorità non hanno fornito informazioni su dove si trovino i 43 "normalisti" di Ayotzinapa scomparsi dal 26 settembre.

Verso le ore 17.00, i contestatori hanno fatto irruzione sul piazzale dell'immobile governativo e hanno distrutto le vetrate negli edifici Costa Chica, Costa Grande, Centro e Nord. Un elicottero sorvola la zona. Fino ad ora non sono giunti addetti del corpo dei pompieri. Poliziotti controllano il Palazzo del Governo.

Ancora scioperi nei Fast Food contro i salari da fame

Oggi, 4 settembre, migliaia di "Fast Food Workers" di McDonald's, Burger King, Wendy's, ecc., sono scesi in piazza in oltre 100 città degli Stati Uniti per manifestare contro paghe da fame: chiedono l'innalzamento della retribuzione minima a 15 dollari l'ora ed espongono cartelli con scritto "Fight For 15" e "Low Pay Is Not OK". Il sindacato SEIU (The Service Employees International Union) ha coinvolto nella lotta anche i lavoratori che svolgono assistenza domiciliare (#HomeCare).

A New York una ventina di lavoratori sono stati arrestati durante la protesta a Times Square. Arresti anche a Detroit e in altre città in seguito ai blocchi del traffico organizzati dai manifestanti.

Pagina 1 di 11

You are here: Lotte in corso Americhe

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

  • 1
  • 2
  • 3

News feedback