chicago86

Teamsters in sciopero nei porti di Los Angeles e Long Beach

Il primo ottobre scorso i camionisti impiegati nei porti di Los Angeles e Long Beach hanno incrociato le braccia e per tre giorni hanno manifestato e organizzato picchetti presso i terminali marittimi, i cantieri ferroviari, i centri di distribuzione e i magazzini di tutta la California meridionale. La protesta è culminata il 3 ottobre, quando i lavoratori hanno bloccato la circolazione delle auto su uno degli accessi alla Freeway 110. Le forze dell'ordine, avvisate preventivamente dagli organizzatori sindacali, sono intervenute arrestando circa 50 manifestanti.

Da tempo i Teamsters americani impiegati presso la NFI Industries, una delle più grandi società di movimentazione merci negli USA, e la XPO Logistics, multinazionale della logistica che lavora per Amazon, Toyota, Puma e altri marchi importanti in tutto il mondo, si battono contro l'applicazione di un contratto di lavoro che li classifica come lavoratori autonomi, privandoli di numerosi benefici tra cui la garanzia del salario minimo: "Siamo stanchi di vivere in condizioni di povertà. Non abbiamo assicurazione, ferie e indennità di malattia. Le persone devono capire che le nostre famiglie hanno bisogno di supporto", ha dichiarato un autista presente ad un picchetto a Wilmington.

Ai sit-in hanno partecipato centinaia di autisti e i loro sostenitori, a cui si sono aggiunti i lavoratori impiegati nei magazzini. Oltre alle questioni legate all'inquadramento contrattuale e alle condizioni di lavoro, è stata posta all'ordine del giorno la lotta contro le politiche anti-immigrazione che puntano ad espellere dal territorio americano migliaia di persone, tra cui molti lavoratori. Lo slogan scandito a più riprese durante il #PortStrike è stato infatti "An injury to one, is an injury to all! We need to back each other up!". Mercoledì 3 ottobre un convoglio di camion del sindacato Teamsters si è fermato davanti a un centro di detenzione per immigrati nel centro di Los Angeles per simboleggiare l'alleanza tra la battaglia sindacale e quella contro le deportazioni.

Per attirare l'attenzione sulle difficili condizioni lavorative negli ultimi 5 anni i conducenti di camion hanno organizzato 16 scioperi causando a più riprese congestionamenti e ritardi nella catena logistica. Da segnalare infine che la International Brotherhood of Teamsters (che organizza 1,4 milioni di conducenti negli Usa) ha mandato nei giorni scorsi dei messaggi di solidarietà e di sostegno ai camionisti iraniani in sciopero in più di 290 città in 31 regioni del paese.

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Americhe Stati Uniti d'America Teamsters in sciopero nei porti di Los Angeles e Long Beach

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback