chicago86

Sciopero degli insegnanti a Los Angeles

Da circa una settimana gli insegnanti di Los Angeles sono in agitazione. Lo sciopero è giunto dopo un braccio di ferro durato un mese con il sistema scolastico e quasi due anni di negoziati con il Los Angeles Unified School District. Le parti non hanno raggiunto un accordo e gli insegnanti hanno deciso di scendere in piazza, invitando genitori e studenti ad unirsi a loro.

Dopo la rottura delle trattative lo United Teachers Los Angeles (UTLA), il sindacato che rappresenta circa 30 mila insegnati, ha intrapreso la strada della lotta. I lavoratori chiedono classi più piccole, più personale di supporto e salari più alti; il Los Angeles Unified School District si è reso disponibile a soddisfare alcune delle richieste, ma il presidente dell'UTLA Alex Caputo-Pearl ha definito le offerte del distretto "terribilmente inadeguate", e così lunedì 14 gennaio lo sciopero è cominciato.

Secondo USA Today, le rivendicazioni di UTLA comprendono un aumento del salario del 6,5% per i suoi membri, retroattivo per l'anno scolastico 2016-2017; un limite alle dimensioni delle classi, che in alcuni casi superano i 45 studenti; e più finanziamenti per il personale di supporto scolastico come consulenti, infermieri e bibliotecari. Huffington Post stima che sono circa mezzo milione gli studenti iscritti alle scuole pubbliche della contea di Los Angeles, il secondo comparto scolastico più grande degli Stati Uniti. Il sindacato afferma che il distretto dispone di fondi per 1,86 miliardi di dollari, che potrebbero essere utilizzarli per finanziare queste misure; in risposta il LAUSD ha fatto sapere che il denaro è già stato assegnato ad altri servizi.

Quello di questa settimana è l'ultimo dei grandi scioperi che hanno coinvolto gli insegnanti americani: l'anno scorso sono stati in migliaia, insieme ai loro sostenitori, a sfilare per le strade di Arizona, Colorado, West Virginia, Oklahoma e Kentucky, indossando magliette e abiti di colore rosso (di qui l'hashtag #RedForEd). Più di un osservatore ha notato che quest'ondata di lotte che ha scosso il settore scolastico statunitense è stata influenzata da movimenti, come Occupy, Black Lives Matter e Fight for 15, che hanno dato voce a chi non l'aveva, a quel simbolico 99% che rappresenta chi prende paghe da fame e subisce ritmi e condizioni di lavoro impossibili.

Lo sciopero di Los Angeles è stato sostenuto dal senatore Bernie Sanders, dalla deputata Alexandria Ocasio-Cortez e da molti esponenti del Partito Democratico, che stanno cercando di cavalcare la protesta a fini elettorali. Non è chiaro quando e come andrà a finire il #LAUSDStrike, anche perché sono altre le categorie che potrebbero scendere in piazza al grido di "Solidarity forever!".

#UTLAStrong #WeAreLA #Red4Ed #UTLAStrong #TeacherStrike

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Americhe Stati Uniti d'America Sciopero degli insegnanti a Los Angeles

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback