chicago86

La polizia spara sulla folla a Phnom Penh, tre operai uccisi

Operai tessili durante una protesta a Phnom Penh, in Cambogia, il 3 gennaio 2013. (Samrang Pring, Reuters/Contrasto)A Phnom Penh, in Cambogia, la polizia ha sparato contro una manifestazione di operai tessili uccidendo tre persone e ferendone molte altre. Le proteste nella capitale cambogiana vanno avanti da giorni: gli operai chiedono che il salario minimo, che attualmente è di 80 dollari al mese, sia raddoppiato. Il governo ha detto di poterlo aumentare fino a 100 dollari al mese.

Gli operai tessili in Cambogia sono 500mila e l'industria manifatturiera è una delle principali risorse economiche del paese. Chan Soveth, un attivista dell'associazione Adhoc, ha dichiarato che le forze dell'ordine hanno sparato il 3 gennaio sulla folla che manifestava bloccando il traffico nel centro di Phnom Penh.

Il portavoce della polizia Kheng Tito sostiene che la polizia ha aperto il fuoco dopo che nove agenti erano stati feriti dai manifestanti e ha dichiarato che due manifestanti sono stati arrestati.

Le proteste degli operai tessili sono sostenute anche dall'opposizione, che chiede al primo ministro Hun Sen di dimettersi. Nel novembre del 2013 in un'altra manifestazione degli operai tessili era stata uccisa una donna.

[Tratto da www.internazionale.it]

Share |
e-max.it: your social media marketing partner
You are here: Lotte in corso Asia Cambogia La polizia spara sulla folla a Phnom Penh, tre operai uccisi

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback