chicago86

Europa

Germania: il sindacato IG Metall comincia la lotta per la settimana lavorativa di 28 ore

L'IG Metall (sindacato dei metalmeccanici tedeschi) ha presentato le richieste per il rinnovo dei contratti di lavoro che riguardano circa 3,9 milioni di lavoratori dei metalmeccanici e addetti all'industria elettrica: chiede un aumento delle retribuzioni del 6 per cento, ma anche una riduzione, su richiesta individuale, delle ore di lavoro settimanali fino a 28 ore settimanali per un periodo di 24 mesi.

E' una delle richieste più scottanti messe sul tavolo della trattativa per il nuovo contratto di lavoro dell'industria automobilistica. La riduzione dell'orario potrebbe essere richiesta da chi deve assistere anziani e bambini. Il primo sciopero si è già svolto alla Porsche. I datori di lavoro hanno già detto no, ma la Ig Metall è pronta a intensificare la lotta

e-max.it: your social media marketing partner

#HuelgaDeliveroo27Oct

Rider derechos ValenciaIl direttore generale spagnolo di Deliveroo, come d'altronde i responsabili italiani dell'azienda, parla spesso del lavoro dei rider come di un hobby o di un complemento ad altre entrate economiche, quando è ben noto che per molti lavoratori è il principale mezzo di sopravvivenza. E' per questo che i rider di València chiedono tutto il sostegno possibile per condividere sui social network l'hashtag #NoEsunHobby e così aiutare la loro lotta contro la precarietà lavorativa: "Nos gustaría contar con todo el apoyo que sea posible, tan solo comparte alguna publicación nuestra junto al hashtag #NoEsUnHobby para ayudar a que nuestra lucha contra la precariedad laboral llegue a mucha más gente!"

Il prossimo 27 ottobre a Plaza del Ayuntamento (ore 20.00 - 00.00), a Valencia, si terrà il secondo sciopero cittadino contro Deliveroo. I rider chiedono condizioni di lavoro dignitose e denunciano la condizione di falsi autonomi: "Stop Falsos Autónomos!"

e-max.it: your social media marketing partner

Francia: riparte la lotta contro la Loi Travail

"Secondo avvertimento". Così la Francia torna in piazza, martedì 12 settembre, contro il presidente Macron e la sua seconda controriforma del lavoro in pochi mesi.

Il nuovo testo riprende di fatto le norme cancellate a seguito delle proteste di piazza della primavera contro la prima Loi Travail.

Dopo aver già allentato i vincoli di licenziabilità per i lavoratori, ora Macron punta a estendere la contrattazione solo aziendale anche alle imprese medio-piccole, con una conseguente riduzione d'importanza dei contratti nazionali, oltre a depotenziare il ruolo delle rappresentanze sindacali, oltre a facilitare il lavoro domenicale e festivo.

e-max.it: your social media marketing partner

"Riders en huelga"

Sciopero di 48 ore per Deliveroo in Spagna. I rider protestano contro le condizioni di lavoro e i licenziamenti.

Lo avevano promesso il 23 giugno scorso durante le manifestazioni davanti alle sedi della società a Madrid e Barcellona: se l'iniziativa non fosse bastata a convincere l'azienda ad accettare le loro richieste, i rider avrebbero continuato la protesta. E così è stato.

e-max.it: your social media marketing partner

E nella Fca serba è sciopero a oltranza per il salario

La protesta. A Kragujevac le paghe sono basse e i carichi sempre più pesanti. La solidarietà Fiom

Sono in sciopero dal 27 giugno e proseguiranno a oltranza i 2 mila lavoratori dello stabilimento Fca di Kragujevac, in Serbia. Ieri hanno partecipato alle proteste anche due esponenti della Fiom-Cgil: "Si sono mossi in corteo per le linee, alla testa avevano la bandiera nazionale. Ai cancelli c'è stata una conferenza stampa: non produrranno più vetture fino a quando l'azienda non si siederà al tavolo delle trattative", hanno raccontato Michele De Palma e Valentina Orazzini, rispettivamente responsabile settore auto e responsabile per l'Europa della Fiom.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 1 di 22

You are here: Lotte in corso Europa

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback