chicago86

Europa

Sciopero generale in Francia con occupazione di Place de la République

Ieri giornata di sciopero generale in Francia con cortei e manifestazioni di lavoratori e studenti contro la contestata Loi Travail (riforma del lavoro ispirata al Jobs Act italiano) in diverse città tra cui Marsiglia, Nantes, Tolosa, Rennes, Rouen, Grenoble. Scuole occupate, metropolitane a singhiozzo e porti bloccati nel nord del paese; i sindacati Cgt e Force Ouvrière in una nota stimano che 1,2 milioni di persone sono scese in piazza in tutta la Francia.

e-max.it: your social media marketing partner

#LoiTravail. La sindrome del dentifricio

Jamila Mascat, Parigi

"Meritiamo di più, vogliamo di più e possiamo fare di peggio"... La rivolta degli studenti francesi contro la "Loi travail" è ormai uscita dal "tubetto" e sarà difficile farla rientrare. Il racconto di una giornata di movimento, tra entusiasmo e repressione

La chiamano la "sindrome del dentifricio" e la usano per descrivere le ondate di ribellione degli studenti francesi che dal '68 in poi hanno scandito la storia dei movimenti sociali: una volta che la pasta fuoriesce dal tubo, è difficile rimetterla a posto.

e-max.it: your social media marketing partner

Grecia: primo sciopero generale unitario del 2016 contro la riforma delle pensioni

I greci tornano in piazza per il primo sciopero generale unitario del 2016, il terzo da novembre, indetto da tutti i sindacati greci.

Il Paese è stato completamente paralizzato, fermi tutti i settori, pubblici e privati, tranne i giornalisti che hanno scioperato ieri per 24 ore per poter dare copertura alle manifestazioni di oggi.

In cima alle proteste le pensioni: il governo di Tsipras sta cercando di far passare una riforma, ordinata dall'Ue, che porterà da una parte il taglio dal 15 al 30% delle pensioni, con un massimale fissato a 2300 euro (384 euro la minima), dall'altra un aumento dei contributi da versare (+1% per i datori lavoro, +0,5% lavoratori).

e-max.it: your social media marketing partner

#FastFoodGlobal a Londra

Una delegazione di lavoratori americani di McDonald's è arrivata in Europa insieme ad altri sostenitori della campagna #FightFor15 per estendere la lotta iniziata negli States.

Mercoledì 13 gennaio una protesta rumorosa è stata organizzata davanti ad un McDonald's nel centro di Londra, a cui si sono uniti dipendenti della catena di ristorazione provenienti da Glasgow e Cambridge: tutti chiedono un salario minimo di 10 sterline l'ora e la possibilità di organizzarsi in sindacato.

Un lavoratore proveniente da Kansas City ha affermato: "E' tutta una questione di solidarietà con i miei fratelli e sorelle. Abbiamo bisogno di un salario per sopravvivere. Dobbiamo far pagare a McDonald 10 sterline in Gran Bretagna e 15 dollari negli Usa. Noi tutti valiamo di più."

e-max.it: your social media marketing partner

Grecia: scontri in piazza Syntagma nel giorno dello sciopero generale contro la nuova ondata di austerity.

Sciopero generale in Grecia e scontri con la polizia ad Atene durante una delle due manifestazioni contro la nuova ondata di austerità imposta dalla troika e accettata dal governo Siryza-Anel. Indetto dai principali sindacati del settore pubblico e privato (ADEDY e GSEE) in particolare contro con gli aumenti delle tasse, i tagli alle pensioni e il rischio di abrogare la legge che permette a coloro che hanno dei debiti verso lo stato di ripagarli in rate mensili.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 6 di 22

You are here: Lotte in corso Europa

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback