chicago86

Europa

Turchia: il governo "sospende" per decreto lo sciopero dei metalmeccanici

DISK - sindacato metalmeccanici TurchiaAvevamo seguito la proclamazione dello sciopero dei metalmeccanici in Turchia pochi giorni fa. Ora arriva la sospensione da parte del governo.

Un atto di forza reso possibile dall'assetto legislativo del paese cui, non a caso, guardano con estremo favore i capitalisti ed i governi nostrani, ricordandoci, ancora una volta, che il paese che ha vissuto la rivolta del Gezi Park, la strage dei minatori di Soma, le dure lotte dei lavoratori del settore aereo, di quello delle telecomunicazioni, ecc., più che rappresentare un passato che ormai per noi è definitivamente alle spalle, costituisce un futuro possibile e, da qualcuno, addirittura agognato. La continua limitazione al diritto di sciopero cui assistiamo in Italia è un esempio tangibile.

e-max.it: your social media marketing partner

Metalmeccanici turchi in lotta

metalmeccanici turchi in scioperoE' cominciato ieri lo sciopero nel comparto metalmeccanico in Turchia. La mobilitazione è stata indetta dal DISK (Confederation of Progressive Trade Unions of Turkey), una delle maggiori unioni sindacali del paese, e in particolare dall'organizzazione di settore Birlesik Metal-Is, a seguito delle decisioni prese dalle assemblee di fabbrica. Le città coinvolte dallo sciopero sono Osmaniye, Hatay, Mersin, Konya, Kocaeli, Bursa, Izmir, Bilecik, Istanbul e Gebze. In tutto si bloccheranno 22 fabbriche per un totale di circa 20 mila operai, di cui 15 mila iscritti ad un sindacato.

La richiesta principale della piattaforma presentata da Birlesik Metal-Is riguarda il miglioramento salariale per i lavoratori meno pagati. In Turchia, nel settore metalmeccanico, c'è una grande differenza di salario fra operai che fanno lo stesso lavoro; il sindacato chiede di riequilibrare la disparità con un aumento generale per chi guadagna meno prima di procedere con altri incrementi retributivi.

e-max.it: your social media marketing partner

I metalmeccanici tedeschi in sciopero per l'aumento dei salari

In Germania circa settantamila metalmeccanici, soprattutto dell'industria automobilistica, sono in sciopero, mentre sono in corso i negoziati salariali. Le imprese colpite dalle sciopero sono trecento, secondo quanto riferito dal sindacato Ig metal.

Queste prime azioni sono scioperi "di avvertimento", in cui lavoratori incrociano le braccia per qualche ora. Se i negoziati dovessero fallire, si passerà alla fase successiva dello sciopero illimitato.

Il sindacato chiede un aumento salariale del 5,5 per cento per quattro milioni di lavoratori. I datori di lavoro hanno risposto con la proposta di un aumento del 2,2 per cento. Afp

e-max.it: your social media marketing partner

Londra nel caos per lo sciopero del trasporto pubblico

Traffico in tilt a Londra per lo sciopero di 24 ore convocato dal sindacato dei trasporti UNITE per chiedere l'applicazione di un unico contratto e di analoghe condizioni di lavoro e stipendi per tutti i lavoratori degli autobus cittadini. Nella capitale infatti i circa 27mila dipendenti delle 18 compagnie private che gestiscono il trasporto pubblico hanno retribuzioni e regole contrattuali molto diverse tra loro (fino a 3 sterline di differenza per un'ora di lavoro). Una condizione che rischia di diventare normale anche in Italia se i processi di privatizzazione andranno avanti.

Secondo quanto riferisce il Telegraph UNITE dichiara che circa 20mila lavoratori hanno incrociato le braccia. Sono stati organizzati picchetti davanti a oltre 70 rimesse e – secondo Transport for London – circa due terzi dei bus sono rimasti fermi causando "danni significativi al servizio bus a Londra".

e-max.it: your social media marketing partner

Belgio. Scioperi "a rotazione" fino a Natale

In Belgio dopo il grande sciopero generale del 6 novembre, continua la mobilitazione di lavoratori, precari, migranti, disoccupati. Ogni Lunedi fino a Natale si terranno scioperi "a rotazione" nelle province del paese, fino allo sciopero nazionale generale del 15 dicembre.

Oggi Lunedi 24 Novembre si tiene il primo di questi scioperi "a rotazione" nelle province belghe di Hainaut, Lussemburgo, Limburgo e Anversa, espressione del malcontento dei sindacati dopo le misure di austerity adottate dal governo Michel, in particolare per quanto riguarda le pensioni. Trasporti bloccati e picchetti davanti alle imprese: i sindacati si dichiarano soddisfatti della mobilitazione. Il settore della industrie tecnologiche ha registrato Lunedi notevoli perdite nella produzione nelle province di Hainaut, Limburgo, Anversa e in misura minore in Lussemburgo, scrive in un comunicato la federazione sindacale Agoria.

e-max.it: your social media marketing partner

Pagina 10 di 22

You are here: Lotte in corso Europa

News archivio storico

News lotte in corso

News dal ventre della balena

News feedback