Logo Chicago86

Sciopero in un Mc Donald's di Oakland

Lotte in corso .  29 maggio 2020

Scioperi a McDonald's e rivolte in tutti gli Stati Uniti

In un contesto di miseria assoluta crescente, dovuto anche alla pandemia, sono sempre meno accettabili le paghe da fame e le violenze fisiche e verbali attuate rispettivamente da datori di lavoro e polizia. I senza riserve scendono in piazza contro il sistema dell'1%. Lo sciopero al McDonald's di Oakland tra la 45ema strada e la Telegraph Avenue, cominciato [...]

Minneapolis, Usa, maggio 2020

Feedback . 30 maggio 2020

Karl Marx sulle rivolte e il bisogno di comunità

Dal ventre della balena .  29 maggio 2020

Piaggio. Oggi sciopero!

 

Proteste nel quartiere El Bosque, a sud di Santiago

Lotte in corso . 27 maggio 2020

Crisi sociale in Sud America

Lotte in corso

Piemonte . 03 Maggio 2020

Ben venga maggio

Comunicato di Deliverance Project sullo sciopero dei rider di Torino il Primo Maggio Nella città deserta che aspira al ritorno alla normalità, per un giorno abbiamo riscoperto la normalità della lotta [...]

Piemonte . 01 Maggio 2020

Primo Maggio RiderZ

Un primo maggio di lotta per i lavoratori del food delivery che chiamano lo sciopero contro le infime condizioni di lavoro a cui erano sottoposti e che, come già abbiamo [...]

Russia . 01 Maggio 2020

Senza mascherine né ospedali, gli operai di Gazprom in sciopero

Russia. Protesta in Yacuzia, la seconda in una settimana in Russia. Oltre diecimila lavoratori incrociano le braccia in 34 cittadine. Putin va in tv e prova a rassicurare il piccolo [...]

Libano . 29 Aprile 2020

Libano: si infiamma la protesta sociale antigovernativa. Scontri in diverse città del paese

L'emergenza Covid non ha arrestato il movimento di protesta che dallo scorso ottobre chiede la rimozione dell'intera classe politica e manifesta contro gli effetti della grave crisi economica. Scontri in [...]

Stati Uniti d'America . 07 Aprile 2020

Anche i lavoratori statunitensi scioperano al tempo del Coronavirus

Lunedì 30 marzo decine di lavoratori di Instacart, società che si occupa del servizio di consegna di generi alimentari presente in oltre 5.500 città degli Stati Uniti, hanno scioperato chiedendo [...]

Nazionale . 01 Aprile 2020

La lotta è per la vita

Per evitare l'incendio sociale, i cui primi bagliori si sono intravisti in alcune regioni del Sud Italia, il governo sta pensando di erogare, oltre al macchinoso e inconcludente sistema dei [...]

Nazionale . 27 Marzo 2020

La lotta di classe al tempo del Coronavirus

Sulla spinta dell'ondata di scioperi spontanei nelle fabbriche e nei magazzini di mezza Italia (partita dalla Fca di Pomigliano il 10 marzo) al grido "non siamo carne da macello", i [...]

Emilia-Romagna . 17 Marzo 2020

Amazon non si ferma? Primi scioperi

L'inaffondabile corazzata Amazon, che in questi giorni sta lavorando a pieno regime con un aumento dei profitti notevole cercando di conquistare ulteriori fette di mercato nel mondo del commercio quasi [...]

Emilia-Romagna . 16 Marzo 2020

"Non siamo carne da macello." I driver di Modena si astengono dal lavoro.

"Non siamo carne da macello." E' con questo slogan che i driver modenesi, lavoratori di Sda, Gls, Tnt e Brt di Modena, così come sta accadendo in molte altre parti della [...]

Nazionale . 13 Marzo 2020

Scioperi spontanei degli operai in fabbrica

Reazioni a catena. La protesta dei lavoratori costretti al turno senza precauzioni nelle aziende rimaste aperte nel nord Italia. Conte convoca i sindacati. Quanto si è visto ieri è il mondo [...]

Archivio storico

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.

Sottocategorie

Dal ventre della balena

Piaggio. Oggi sciopero!

LAVORATORI, SIAMO ESPOSTI NON SOLO AI RISCHI DI CONTAGIO MA ANCHE A FORTE STRESS PISCOFISICO PER L'USO DELLE MASCHERINE, CHE AUMENTERÀ CON L'UMIDITA' E IL CALDO. L'AZIENDA NON INTENDE SENTIRE RAGIONI: 1. I DOCUMENTI TECNICI DELL'INAIL E DELLE VARIE COMMISSIONI PRESCRIVONO LA RIDUZIONE DELL'ORARIO E DELLA PRESENZA PER IL DISTANZAIMENTO FISICO NECESSARIO A PREVENIRE IL CONTAGIO 2. GLI STUDI SCIENTIFICI ALLERTANO SULLE CONSEGUENZE DELL'UTILIZZO PROLUNGATO DELLE MASCHERINE, E LA PIAGGIO PRETENDE [...]

29 Maggio 2020

Collegare le frammentate resistenze di classe

Un contributo di Luca Scacchi, Direttivo nazionale CGIL Lo scorso marzo alcune fabbriche, magazzini e realtà della grande distribuzione hanno segnato la più significativa ripresa delle lotte degli ultimi anni [vedi La rabbia e la paura]. Scioperi e proteste che in alcune situazioni sono continuati in aprile ed anche negli ultimi giorni: nella grande distribuzione (Auchan-Conad, Pam di Firenze, commercio di Bari), nelle fabbriche (Fincantieri di Riva, Zeroquattro [...]

18 Maggio 2020

Arte

Occupy Print

I manifesti di #Occupy su Occupy Print.

1847: la nascita della Lega dei Comunisti

Estratto dal film Il giovane Karl Marx.

Fight for 15 Official Video: Fight for it

Chicago's fast food and retail workers tell their stories.
Una strana follia possiede le classi operaie delle nazioni in cui regna la civiltà capitalistica. Questa follia porta con sé miserie individuali e sociali che da due secoli torturano l'infelice umanità. Questa follia è l'amore per il lavoro, la passione esiziale del lavoro, spinta fino all’esaurimento delle forze vitali dell'individuo e della sua progenie. Anziché reagire contro questa aberrazione mentale, i preti, gli economisti ed i moralisti hanno proclamato il lavoro sacrosanto.
Paul Lafargue, Il diritto all'ozio, 1887
Mondo chiuso, ai margini della società, spossessato della sua identità, l'ambiente operaio non ha altra risorsa, per ritrovare la speranza e la vita, se non le sue sofferenze e le sue lotte. E' questa lenta evoluzione che dobbiamo infine descrivere. I nuovi "barbari" alle porte della città passano dalla ribellione all'organizzazione, rifiutando una società che li esclude. Questo ambiente eterogeneo, in via di proletarizzazione, inserito come un corpo estraneo nella vecchia o nella nuova rete urbana, viene molto presto considerato dai possidenti, come un focolaio di criminalità. La classe lavoratrice diviene classe pericolosa.
J.P. Rioux, La rivoluzione industriale, 1971
Gli operai nella fabbrica non vanno per fare le inchieste, ma perché ci sono costretti. Il lavoro non è un modo di vivere, ma l'obbligo di vendersi per vivere. Ed è lottando contro il lavoro, contro questa vendita forzata di se stessi che si scontrano contro le regole della società. Ed è lottando per lavorare meno, per non venire più avvelenati dal lavoro che lottano anche contro la nocività. Perché nocivo è alzarsi tutte le mattine per andare a lavorare, nocivo è seguire i ritmi, i modi della produzione, nocivo è fare i turni, nocivo è andarsene a casa con un salario che ti costringe il giorno dopo a tornare in fabbrica.
Assemblea autonoma di P. Marghera, 1974
next
prev